Skip to content

In Slovenia o all'estero si può avere un indirizzo permanente o temporaneo, a seconda dello scopo e del periodo in cui si intende soggiornare presso l'indirizzo di residenza. La residenza permanente è un indirizzo in cui un individuo risiede effettivamente e per un periodo di tempo più lungo ed è il centro dei suoi interessi. La residenza temporanea è un indirizzo in cui una persona risiede per lavoro, scuola o altri motivi e dove non intende risiedere in modo permanente. Il nucleo familiare è legato all'indirizzo di residenza permanente.

Il cittadino deve avere la residenza permanente registrata all'indirizzo in cui risiede, ossia all'indirizzo in cui si trova il centro dei suoi interessi. A tale indirizzo è legato anche il nucleo familiare. Parallelamente, un cittadino può anche aver registrato la residenza temporanea se risiede in un altro indirizzo per motivi di lavoro, istruzione scolastica, per scontare una pena o altri motivi. Nel territorio della Repubblica di Slovenia, un cittadino registra la residenza permanente o temporanea e, se risiede all'estero, deve registrarvi un indirizzo permanente o temporaneo.

Residenza permanente

La residenza permanente è l’indirizzo nella Repubblica di Slovenia dove risiede un individuo e dove si trova il centro dei suoi interessi, il che viene valutato sulla base dei suoi legami familiari, di coppia, del lavoro, economici, sociali e di altro tipo, che dimostrano che tra l'individuo e l'indirizzo in cui vive, ci sono connessioni strette e durature. L'indirizzo nel territorio della Repubblica di Slovenia è costituito dal comune, dall'abitato, dalla via, dal numero civico e dall'aggiunta al numero civico e l'eventuale numero dell'appartamento, se esistono.

Registrazione della residenza permanente

In qualsiasi unità amministrativa è possibile registrare la residenza permanente.

La residenza permanente deve essere registrata da un cittadino e da uno straniero in possesso di un permesso di soggiorno permanente, e precisamente entro otto giorni dalla data di trasferimento presso l'indirizzo in cui risiedono e che è specificato nel Registro delle unità territoriali.

Se uno straniero risiede già presso un indirizzo nella Repubblica di Slovenia e successivamente ottiene un permesso di soggiorno permanente, deve registrare la residenza permanente a quell’indirizzo entro otto giorni dalla notifica del permesso di soggiorno permanente.

Registrazione della residenza permanente per un minore

Per conto dell’individuo che non è operativamente capace, entrambi i genitori, o solo uno dei genitori con il consenso dell'altro o di un altro rappresentante legale, possono registrare la residenza permanente all'indirizzo in cui risiede.

Non è richiesto il consenso dell'altro genitore:

  • se registra il minore a un indirizzo nella Repubblica di Slovenia che coincide con l'indirizzo di entrambi i genitori,
  • se la domanda è presentata per un bambino straniero,
  • se la residenza permanente del bambino è registrata dal genitore a cui è dato in affidamento,
  • se la residenza permanente del minore è determinata da un accordo sulla custodia, educazione e mantenimento dei figli comuni o da una decisione del Tribunale competente,
  • se la residenza dell'altro genitore è sconosciuta,
  • se l'altro genitore è privato della capacità giuridica o dei diritti genitoriali,
  • se l'altro genitore è sospeso dall'esercizio della potestà genitoriale.

La registrazione di un neonato non è richiesta, in quanto la legge stabilisce quella che è considerata la residenza permanente del neonato. Se il bambino è nato nella Repubblica di Slovenia, la sua residenza permanente è uguale alla residenza permanente della madre e, se la madre non ha una residenza permanente nella Repubblica di Slovenia, la residenza permanente del padre. La residenza permanente di un neonato straniero viene registrata solo dopo la notifica del permesso di soggiorno permanente, e la registrazione è valida dalla data di nascita. Se il bambino non risiede stabilmente a un indirizzo determinato automaticamente, oppure i genitori del bambino devono registrarsi all'indirizzo della residenza permanente effettiva, ma tale registrazione è valida dalla data della nuova determinazione della residenza permanente e non dalla nascita.

Attestati al momento della registrazione della residenza permanente

La persona fisica, il suo rappresentante legale o persona autorizzata, deve dimostrare la sua identità al momento della registrazione della residenza permanente e indicare l'indirizzo a cui si registra. Nel farlo deve dichiarare informazioni vere che conferma con la sua firma autografa.

La prova del diritto di soggiornare all'indirizzo richiesto deve essere fornita al momento della registrazione della residenza permanente. Quanto segue deve essere considerato come prova che la persona ha il diritto di risiedere all'indirizzo:

  • una dichiarazione della sua proprietà o comproprietà,
  • un contratto di locazione o subaffitto,
  • il consenso del proprietario, se ci sono più proprietari è sufficiente il consenso di un comproprietario,
  • il consenso del locatore.

Eccezionalmente, non è necessario e non è richiesto presentare la prova del diritto di soggiornare all'indirizzo se una persona fisica che non è operativamente capace si registra presso l'indirizzo di un genitore o di un altro rappresentante legale.

Se una persona ha registrato anche la residenza temporanea nella Repubblica di Slovenia, al momento della registrazione della residenza permanente deve anche scegliere l'indirizzo per le notifiche.

Registrazione elettronica

La registrazione della residenza permanente è possibile anche sul portale e-amministrazione, con una firma elettronica corrispondente a una firma autografa, in conformità con la legge che disciplina la firma elettronica e il commercio elettronico.

Cessazione della residenza permanente

La residenza permanente cessa:

  • con la registrazione di una nuova residenza permanente,
  • registrando un indirizzo permanente all'estero,
  • con la morte dell’individuo,
  • in base alla decisione dell'unità amministrativa nella procedura di determinazione dell'effettiva residenza permanente, se l'individuo registra una nuova residenza permanente sulla base di una decisione definitiva, inserisce un indirizzo permanente all'estero, registra la residenza legale o se la decisione finale in questa procedura pone termine alla registrazione della residenza permanente.

La residenza permanente di un cittadino cessa inoltre tre mesi dopo la cessazione della cittadinanza della Repubblica di Slovenia, a meno che non continui a risiedere all'indirizzo in qualità di straniero con un permesso di soggiorno permanente e regolamentato.

La residenza permanente dello straniero termina anche tre mesi dopo la scadenza del permesso di soggiorno permanente, a meno che non cessi per l'acquisizione della cittadinanza della Repubblica di Slovenia o se lo straniero ottiene un nuovo permesso di soggiorno permanente.

Indirizzo permanente all'estero

Un indirizzo permanente all'estero è l'indirizzo fornito da una persona quando si stabilisce permanentemente all'estero o cambia il suo indirizzo all'estero. L'indirizzo all'estero è costituito dal nome e dal codice del paese, dal nome dell'eventuale area circostante, se esiste nel paese, dal luogo, dalla via e dal numero civico e dall'aggiunta al numero civico e dal numero dell'appartamento, se presente, dal codice postale e dal nome dell'ufficio postale, ovvero da altre informazioni considerate all'estero come parte integrante dell'indirizzo.

Registrazione di un indirizzo permanente all’estero

Qualsiasi unità amministrativa è competente per effettuare la registrazione e il cambio dell’indirizzo permanente all'estero, e allo stesso tempo hanno questa competenza anche tutti gli uffici di rappresentanza diplomatici o i consolati della Repubblica di Slovenia all'estero.

L’indirizzo permanente all'estero deve essere registrato da una persona (un cittadino o uno straniero con permesso di soggiorno permanente) con residenza permanente nella Repubblica di Slovenia che emigra in modo definitivo all'estero. La registrazione deve essere effettuata entro e non oltre 15 giorni dal trasferimento. Se la data di partenza è nota prima, la registrazione può essere effettuata anche prima della partenza.

Un individuo deve inoltre segnalare qualsiasi cambiamento dell’indirizzo permanente all'estero, e precisamente entro 15 giorni dal cambiamento. Un cambiamento è considerato un vero e proprio trasferimento all'estero, così come un cambiamento derivante da un evento tecnico, come ad esempio l'introduzione di un sistema stradale, il cambio del nome della via.

Anche i cittadini e gli stranieri con un permesso di soggiorno permanente, che sono già all'estero ma non hanno ancora un indirizzo permanente registrato all'estero, sono tenuti a registrare un indirizzo permanente all'estero.

Registrazione di un indirizzo permanente all’estero per un minore

Per un minore o una persona incapace la registrazione dell’indirizzo permanente all'estero ha le stesse caratteristiche della registrazione della residenza permanente nella Repubblica di Slovenia. Tra i motivi per cui non è richiesto il consenso dell'altro genitore c'è la situazione in cui il bambino si registra a un indirizzo all'estero che coincide con l'indirizzo di entrambi i genitori.

Per un neonato viene stabilito un indirizzo permanente all'estero se nessuno dei due genitori ha una residenza permanente nella Repubblica di Slovenia. Il suo indirizzo permanente all'estero è determinato dall'indirizzo di sua madre all'estero o, se non ne ha uno, dall'indirizzo permanente di suo padre all'estero. Se il neonato è cittadino della Repubblica di Slovenia, nato all'estero, il suo indirizzo può essere determinato solo dopo che la nascita è stata iscritta nel registro delle nascite all’ufficio di Stato civile. Un neonato straniero, nato nella Repubblica di Slovenia viene registrato con un indirizzo permanente all'estero (se nessuno dei genitori ha la residenza permanente nella Repubblica di Slovenia, nonostante il permesso di soggiorno) solo dopo che il permesso di soggiorno permanente è stato notificato e la registrazione è valida dalla data di nascita.

Se il figlio risiede ad un indirizzo diverso da quello a lui assegnato per obbligo d'ufficio, i genitori devono iscriverlo all'indirizzo dell’effettiva residenza ma tale iscrizione è valida dalla data della nuova registrazione di residenza e non dalla data di nascita.

Attestati al momento della registrazione dell’indirizzo permanente all’estero

Una persona fisica, il suo rappresentante legale o una persona autorizzata, deve dimostrare la propria identità al momento della registrazione di un indirizzo permanente all'estero e indicare l'indirizzo al quale si registra. La correttezza dell'indirizzo non è verificata nel Registro delle unità territoriali, quindi è ancora più importante alla registrazione fornire informazioni veritiere, sia in merito alla registrazione che all'indirizzo, confermate da una firma autografa.

Quando si registra un indirizzo permanente all'estero, non è necessario presentare gli attestati del diritto di soggiorno presso l'indirizzo che viene registrato. Tuttavia, se la domanda viene presentata per un minore, deve essere presentato il consenso dell'altro genitore, a meno che la legge non lo richieda.

Se una persona ha una residenza temporanea registrata nella Repubblica di Slovenia, contemporaneamente a un indirizzo permanente all'estero, la residenza temporanea registrata è automaticamente anche l'indirizzo per le notifiche.

Registrazione elettronica di un indirizzo permanente all’estero

La registrazione di un indirizzo permanente all’estero è possibile anche sul portale e-amministrazione, con una firma elettronica corrispondente a una firma autografa, in conformità con la legge che disciplina la firma elettronica e il commercio elettronico.

Cessazione del domicilio permanente all'estero

L’indirizzo permanente all’estero cessa:

  • con la registrazione di una residenza permanente nella Repubblica di Slovenia,
  • modificando l’indirizzo permanente all'estero,
  • con la morte dell’individuo,
  • in base alla decisione dell'unità amministrativa nella procedura di determinazione dell'effettiva residenza permanente, se l'individuo registra una nuova residenza permanente sul territorio della Repubblica di Slovenia sulla base di una decisione definitiva o se in questa procedura viene registrata la residenza legale.

L’indirizzo permanente di un cittadino cessa inoltre tre mesi dopo la cessazione della cittadinanza della Repubblica di Slovenia, a meno che non continui a risiedere all'indirizzo in qualità di straniero con un permesso di soggiorno permanente e regolamentato.

L'indirizzo permanente all'estero dello straniero termina anche tre mesi dopo la scadenza del permesso di soggiorno permanente, a meno che non cessi per l'acquisizione della cittadinanza della Repubblica di Slovenia o se lo straniero ottiene un nuovo permesso di soggiorno permanente.

Residenza temporanea

La residenza temporanea è un indirizzo nella Repubblica di Slovenia dove una persona risiede temporaneamente per motivi di lavoro, istruzione scolastica, per scontare una pena o altri motivi. L'indirizzo nel territorio della Repubblica di Slovenia è costituito dal comune, dall'abitato, dalla via, dal numero civico e dall'aggiunta del numero civico e dall'eventuale numero dell'appartamento, se esistono. Solo un cittadino che ha registrato la residenza permanente nella Repubblica di Slovenia o un indirizzo permanente all'estero può avere la residenza temporanea.

Registrazione della residenza temporanea

Qualsiasi unità amministrativa è competente per la registrazione della residenza temporanea. Un individuo (un cittadino della Repubblica di Slovenia o uno straniero con un permesso di soggiorno permanente che risiede temporaneamente al di fuori dell'indirizzo di residenza permanente) deve registrare personalmente la residenza temporanea se intende risiedere all'indirizzo (ma non presso il locatore o padrone di casa) per più di 90 giorni. Se il soggiorno previsto è più breve, la registrazione della residenza temporanea non è richiesta, ma può comunque essere eseguita.

La registrazione deve essere effettuata entro otto giorni dal giorno del trasferimento, e lo straniero che risiede già all'indirizzo (es. Registrazione presso la polizia) ottiene un permesso di soggiorno temporaneo, un certificato di registrazione della residenza o un visto per soggiorno di lunga durata solo successivamente, entro otto giorni dopo la notifica.

Registrazione della residenza temporanea per un minore

Per un minore o una persona incapace la registrazione dell’indirizzo permanente all'estero ha le stesse caratteristiche della registrazione della residenza permanente nella Repubblica di Slovenia.

La legge prevede esplicitamente l'obbligo nei confronti del genitore affidatario. Quest'ultimo deve registrare la residenza temporanea del minore che risiede temporaneamente con lui, entro otto giorni dall'inizio del soggiorno temporaneo (se la registrazione della residenza permanente o temporanea del minore non è già stata effettuata a quell’indirizzo).

Se un neonato straniero è nato nella Repubblica di Slovenia, e la madre e il padre non hanno un permesso di soggiorno permanente e una residenza permanente registrata nella Repubblica di Slovenia o un indirizzo permanente all'estero, bensì solo un permesso di soggiorno temporaneo o un certificato di registrazione della residenza o un visto per un soggiorno di lunga durata. , il neonato, dopo la notifica del relativo permesso di soggiorno temporaneo, risulta altresì iscritto alla residenza temporanea che è valida dalla data di nascita. L'indirizzo è lo stesso della residenza temporanea della madre e, se la madre non ha una residenza temporanea nella Repubblica di Slovenia, la residenza temporanea del padre.

Attestati al momento della registrazione della residenza temporanea

La procedura per la registrazione della residenza temporanea è ragionevolmente la stessa della procedura per la registrazione della residenza permanente. Deve parimenti essere dimostrato il diritto di risiedere all'indirizzo che si sta registrando, a meno che la persona che non è capace di agire, si registri all'indirizzo del genitore affidatario, dei genitori o di altro rappresentante legale o se la persona viene registrata dal proprietario.

Il genitore affidatario deve presentare il contratto di affidamento temporaneo al momento della registrazione della residenza temporanea.

Al momento della registrazione della residenza temporanea, l'individuo seleziona anche l'indirizzo per le notifiche (ad eccezione di un individuo che ha registrato solo la residenza temporanea nella Repubblica di Slovenia).

Obbligo di registrazione della residenza temporanea per i proprietari

Il locatore è una persona giuridica, un imprenditore individuale, un lavoratore autonomo, un istituto di assistenza sociale, un istituto penitenziario, una casa di rieducazione, un istituto di istruzione, un istituto di formazione o i loro dipartimenti dislocati, che nell'ambito della sua attività offre alloggio a persone fisiche ed è registrato nel Registro delle imprese della Slovenia.

Ai sensi dell'articolo 9 della Legge, il proprietario è tenuto a registrare la residenza temporanea per ogni individuo che risiede temporaneamente da questi per più di sette giorni. Per soggiorni temporanei più brevi, non è richiesta la registrazione della residenza temporanea. La registrazione deve essere effettuata entro e non oltre otto giorni dalla data di trasferimento.

La registrazione della residenza temporanea viene effettuata solo per le persone con residenza permanente nella Repubblica di Slovenia o indirizzo permanente all'estero. La registrazione della residenza temporanea di uno straniero può essere effettuata anche se quest'ultimo ha solo un permesso di soggiorno temporaneo in corso di validità, un certificato di registrazione del domicilio o un visto per soggiorno di lunga durata. Uno straniero senza uno status regolamentato nella Repubblica di Slovenia è altrimenti trattato come un ospite che è soggetto all'obbligo di registrazione dell’ospite.

Se lo straniero risiede prima presso il locatore come ospite e poi, durante il soggiorno, ottiene un permesso di soggiorno temporaneo, un certificato di registrazione della residenza o un visto per un soggiorno di lunga durata, il locatore deve registrare la residenza temporanea entro otto giorni dalla data di notifica del permesso, del certificato o del visto. In considerazione di quanto sopra, è anche dovere legale dello straniero informare il locatore della regolamentazione del suo status, vale a dire entro tre giorni dalla notifica del permesso di soggiorno temporaneo, certificato di residenza o visto per soggiorno di lunga durata.

È inoltre dovere della persona fisica fornire al locatore l'accesso a un documento di riconoscimento in corso di validità per la registrazione della residenza temporanea e fornirgli informazioni su nome, cognome, cittadinanza e CAUC (lo straniero anche informazioni sulla validità del permesso di soggiorno permanente, del permesso di soggiorno temporaneo, del certificato di residenza o del visto per un soggiorno di lunga durata).

Durata di registrazione della residenza temporanea

La residenza temporanea è registrata per un periodo fino a due anni o meno. Se una persona soggiorna presso l'indirizzo per più di due anni, deve registrare nuovamente la residenza temporanea prima della risoluzione della vecchia domanda, altrimenti la residenza temporanea all'indirizzo sarà interrotta (terminata).

Al momento della registrazione della residenza temporanea di uno straniero, il tempo di registrazione dipende dal periodo di validità del permesso di soggiorno temporaneo, del certificato di registrazione della residenza o del visto per un soggiorno di lunga durata. Se questo è inferiore a due anni, la durata della registrazione temporanea viene di conseguenza adeguata.

La nuova registrazione della residenza temporanea può essere fatta per uno straniero che presenti tempestivamente domanda di proroga o il rilascio di un ulteriore permesso di soggiorno temporaneo o il rinnovo del certificato di residenza, e per uno straniero con visto di soggiorno di lunga durata valido che richiede tempestivamente un primo permesso di soggiorno temporaneo. In tal caso, la residenza temporanea sarà valida fino alla notifica del permesso di soggiorno temporaneo o del certificato di registrazione della residenza o fino a quando diventa definitiva la decisione o la delibera con cui la richiesta del precedente capoverso è stata respinta, rigettata o la procedura è stata interrotta. Successivamente, lo straniero o il proprietario deve registrare nuovamente la residenza temporanea, entro otto giorni dalla notifica. Se la registra entro tale termine, la registrazione è valida dalla notifica del permesso di soggiorno temporaneo o del certificato di registrazione della residenza.

Disdetta della residenza temporanea

Sia il locatore che l'individuo sono obbligati a cancellare la residenza temporanea entro otto giorni dal trasloco. La disdetta è possibile anche prima della partenza, indicando la data di partenza.

Registrazione elettronica e disdetta della residenza temporanea

La registrazione e la disdetta della residenza temporanea sono possibili anche sul portale e-amministrazione, con una firma elettronica corrispondente a una firma autografa, in conformità con la legge che disciplina le firme elettroniche e il commercio elettronico.

Cessazione del soggiorno temporaneo

La residenza temporanea di una persona fisica termina:

  • con la disdetta,
  • con la scadenza del periodo di registrazione,
  • registrando una nuova residenza temporanea (indipendentemente dal fatto che sia effettuata da un individuo o da un proprietario, in quanto un individuo può registrare solo una residenza temporanea alla volta),
  • registrando un indirizzo temporaneo all'estero,
  • registrando la residenza permanente all'indirizzo della residenza temporanea,
  • dal giorno in cui diventa definitiva la decisione con cui l'unità amministrativa registra la residenza legale della persona nel registro della residenza permanente, o la decisione con cui la persona pone fine alla registrazione della residenza permanente nel registro della residenza permanente o la decisione con cui all'indirizzo in cui la persona fisica risiede effettivamente, o da una decisione che, nella procedura di verifica della residenza temporanea, revoca l'iscrizione della residenza temporanea della persona fisica nel registro della residenza permanente,
  • il giorno in cui diventa definitiva la decisione sulla conclusione della procedura di verifica dell'autenticità della domanda,
  • il giorno in cui diventa definitiva la decisione di rigetto della domanda di residenza permanente nell'ambito della procedura di verifica dell'autenticità della domanda,
  • in caso di cessazione della cittadinanza della Repubblica di Slovenia,
  • con la morte.

La residenza temporanea dello straniero termina anche il giorno in cui cessa il permesso di soggiorno permanente o temporaneo, il certificato di registrazione del soggiorno e del visto per il soggiorno di lunga durata, se la cessazione non è dovuta all'acquisizione della cittadinanza o se un permesso non era più valido a causa dell’acquisizione di un altro.

Se lo straniero ha registrato la residenza temporanea per via della presentazione tempestiva della domanda di rinnovo o del rilascio di un ulteriore permesso, la domanda di residenza temporanea cessa anche il giorno in cui diventa definitiva la decisione o delibera con cui la sua domanda è stata respinta, rigettata o la procedura è stata sospesa, nonché il giorno della notifica del permesso di soggiorno temporaneo o del certificato di registrazione della residenza, se non registra nuovamente la residenza temporanea entro otto giorni dalla notifica del permesso di soggiorno temporaneo o del certificato di registrazione della residenza nella Repubblica di Slovenia.

Registrazione facoltativa della residenza temporanea

Un individuo non è obbligato a registrare la residenza temporanea se:

  • è ospitato in un ospedale o in un'altra istituzione medica ai fini del trattamento,
  • è ospitato in alloggi di programmi di assistenza sociale (rifugio per vittime di violenza domestica, rifugio per vittime di tratta di esseri umani, casa sicura, casa di maternità o centro di crisi per adulti vittime di violenza con i bambini),
  • è titolare di un passaporto diplomatico, consolare o di servizio in corso di validità, rilasciato dal Ministero degli Affari Esteri,
  • è ospitato nelle strutture del Ministero dell'Interno, della Polizia, del Ministero della Difesa e delle Forze Armate slovene, che sono destinate alle esigenze di svolgimento del servizio,
  • è membro delle forze di protezione, salvataggio e soccorso, se partecipa all'eliminazione delle conseguenze di catastrofi naturali,
  • come cittadino, per svolgere il servizio civile alternativo o un’altra formazione prescritta per la protezione e il soccorso, si stabilisce nelle strutture di organizzazioni che forniscono questo servizio o formazione.

Indirizzo temporaneo all'estero

Un indirizzo temporaneo all'estero è l'indirizzo fornito da una persona quando si stabilisce temporaneamente all'estero. L'indirizzo all'estero è costituito dal nome e dal codice del paese, dal nome dell'eventuale area più ristretta, dal luogo, dalla via e dal numero civico e dall'aggiunta al numero civico e dell'appartamento, se presenti, dal codice postale e dal nome dell'ufficio postale o da altre informazioni considerate all'estero come parte integrante del titolo. Una persona con residenza permanente nella Repubblica di Slovenia può avere un indirizzo temporaneo all'estero, ma non può avere contemporaneamente un indirizzo permanente all'estero e un indirizzo temporaneo all'estero, né può avere una residenza temporanea registrata nella Repubblica di Slovenia e un indirizzo temporaneo all'estero.

Registrazione e disdetta dell’indirizzo temporaneo all’estero

La registrazione di un indirizzo temporaneo all'estero è possibile anche sul portale e-amministrazione, con una firma elettronica corrispondente a una firma autografa, in conformità con la legge che disciplina le firme elettroniche e il commercio elettronico.

È possibile registrare un indirizzo temporaneo all'estero per un massimo di quattro anni. In caso di soggiorno più lungo allo stesso indirizzo temporaneo all'estero, l'individuo deve registrare nuovamente l'indirizzo temporaneo all'estero e, precisamente, prima della scadenza. Per tutte le persone che hanno registrato una partenza temporanea dal territorio della Repubblica di Slovenia prima del 13 agosto 2017 (registrazione senza limiti di tempo), la registrazione terminerà il 13 agosto 2020.

Un indirizzo temporaneo deve essere registrato da un cittadino e uno straniero con un permesso di soggiorno permanente che ha la residenza permanente nella Repubblica di Slovenia se si stabilisce temporaneamente all'estero. La registrazione non è richiesta se il soggiorno ha una durata inferiore ai 90 giorni, tuttavia, un individuo può registrare un indirizzo temporaneo.

La registrazione deve essere effettuata entro e non oltre 15 giorni dal trasferimento. Un individuo deve parimenti segnalare all'autorità competente un cambio di domicilio temporaneo all'estero. La legge consente a un individuo che conosce la data dell'emigrazione temporanea di segnalare l’indirizzo temporaneo prima della partenza.

Registrazione di un indirizzo temporaneo all’estero per un minore

Entrambi i genitori, o solo uno dei genitori con il consenso dell'altro o dell'altro, ovvero del rappresentante legale, possono registrare per una persona incapace un indirizzo temporaneo all'estero. In tal modo, si applica ragionevolmente la disposizione di legge che disciplina i casi in cui il consenso non è richiesto.

Per un neonato, l’indirizzo temporaneo all'estero non viene determinato automaticamente, come nel caso di altri indirizzi, ma esclusivamente sulla base della registrazione.

Attestati al momento della registrazione dell’indirizzo temporaneo

Una persona fisica, il suo rappresentante legale o una persona autorizzata, deve dimostrare la propria identità al momento della registrazione di un indirizzo temporaneo all'estero e indicare l'indirizzo a cui si rivolge. La correttezza dell'indirizzo non è verificata nel Registro delle unità territoriali, quindi è ancora più importante al momento della registrazione fornire informazioni veritiere, confermate da una firma autografa.

Quando si registra un indirizzo temporaneo all'estero, non è necessario presentare l’attestato del diritto di soggiorno all'indirizzo richiesto. Tuttavia, nel caso in cui si registri un minore, deve essere presentato il consenso dell'altro genitore, a meno che non sia necessario per legge.

Registrazione elettronica dell’indirizzo temporaneo all’estero

La registrazione di un indirizzo temporaneo all'estero è possibile anche tramite il portale e-amministrazione, con una firma elettronica corrispondente a una firma autografa, in conformità con la legge che disciplina le firme elettroniche e il commercio elettronico.

Cessazione di un domicilio temporaneo all'estero

L’indirizzo temporaneo all’estero termina:

  • con la disdetta dell'indirizzo temporaneo all'estero,
  • trascorsi quattro anni dalla registrazione (se non c’è una nuova registrazione prima della cessazione),
  • registrando un cambio di domicilio temporaneo all'estero,
  • registrando la residenza temporanea nella Repubblica di Slovenia,
  • con la cessazione della residenza permanente nella Repubblica di Slovenia,
  • registrando un indirizzo permanente all'estero,
  • con la cessazione della cittadinanza della Repubblica di Slovenia,
  • con la morte dell’individuo,
  • il giorno in cui diventa definitiva la decisione nella procedura di determinazione della residenza permanente con cui la residenza permanente dell'individuo viene cancellata e viene iscritto un indirizzo permanente all'estero nel registro della popolazione, o la decisione con cui cessa all’individuo la registrazione della residenza permanente nel registro della popolazione, o la decisione nella procedura di determinazione della residenza temporanea con cui la residenza temporanea di una persona fisica viene iscritta nel registro della popolazione.

Anche il domicilio temporaneo all'estero di uno straniero termina il giorno in cui cessa il permesso di soggiorno permanente, a meno che non acquisisca la cittadinanza della Repubblica di Slovenia.

Disdetta dell’indirizzo temporaneo all’estero

Un individuo è obbligato a cancellare l’indirizzo temporaneo entro 15 giorni dalla partenza. La disdetta di un indirizzo temporaneo è possibile anche prima della partenza, indicando la data di partenza. A tal fine si applicano mutatis mutandis le disposizioni di legge che disciplinano la domanda.

Indirizzo per le notifiche

L'indirizzo per la notifica è l'indirizzo della residenza permanente o temporanea registrata di una persona nella Repubblica di Slovenia, che è destinata alla notifica di invii postali di enti statali, organi di comunità locali di autogoverno e persone fisiche e giuridiche, salvo diversa disposizione di legge. L'indirizzo per la notifica può essere solo all'indirizzo della residenza permanente o temporanea registrata nel territorio della Repubblica di Slovenia, ma non può essere stabilito a un terzo indirizzo o a un indirizzo all'estero.

Se l'individuo ha una residenza permanente e temporanea nella Repubblica di Slovenia, al momento della registrazione può stabilire quale degli indirizzi sarà l'indirizzo per la notifica. Se non lo specifica, il suo indirizzo per le notifiche sarà il suo indirizzo di residenza permanente.

Se una persona ha una sola residenza, questa è automaticamente il suo indirizzo per le notifiche.

Se una persona fisica che ha registrato la residenza permanente e temporanea nella Repubblica di Slovenia emigra all'estero e viene eseguita per lui la registrazione di un indirizzo permanente all'estero, la residenza temporanea nella Repubblica di Slovenia diventa automaticamente l'indirizzo per le notifiche.

L'eccezione è la residenza temporanea in un istituto penitenziario, in una casa di rieducazione, in un istituto di istruzione, in un istituto di formazione o nei loro dipartimenti dislocati. Quell’indirizzo è sempre l'indirizzo per le notifiche. Un'eccezione è anche la residenza permanente con lo stato di residenza legale che non può essere l'indirizzo per le notifiche.

Per i minori che sono temporaneamente registrati presso genitori affidatari, il loro indirizzo per le notifiche è considerato l'indirizzo di residenza permanente. Tuttavia, se il genitore del bambino o altro rappresentante legale è d'accordo, l'indirizzo per le notifiche può essere l’indirizzo di residenza temporanea. La modifica viene apportata sulla base della registrazione.

Qualsiasi unità amministrativa è competente per determinare l'indirizzo per le notifiche, tranne quando questo è stabilito automaticamente in base all'insieme di indirizzi detenuti dalla persona. Il cambio dell'indirizzo per la notifica può essere effettuato anche tramite il portale statale unificato e-amministrazione, con una firma elettronica corrispondente a una firma autografa, in conformità con la legge che disciplina le firme elettroniche e il commercio elettronico.

Determinazione dell'indirizzo per le notifiche

Specificare l'indirizzo al quale ricevere gli atti ufficiali e le spedizioni da parte di persone fisiche e giuridiche che possono ottenere il vostro indirizzo per le notifiche.

Certificati di domicilio e nuclei familiari

Le unità amministrative e gli uffici di rappresentanza diplomatici o i consolati della Repubblica di Slovenia all'estero sono competenti per il rilascio dei certificati dal registro dei residenti permanenti.

I seguenti certificati vengono emessi dal registro dei residenti permanenti:

  • certificato di residenza permanente / indirizzo permanente all'estero,
  • certificato di precedente residenza permanente / indirizzi permanenti all'estero,
  • certificato di indirizzi per la notifica,
  • certificato di residenza temporanea / domicilio temporaneo all'estero,
  • certificato di precedente residenza temporanea / indirizzi temporanei all'estero,
  • certificato del nucleo familiare con i dati personali di tutti i membri,
  • certificato del nucleo familiare sul numero dei membri.

Il rilascio di un certificato può essere richiesto anche sul portale statale unificato e-amministrazione, con una firma elettronica corrispondente a una firma autografa, in conformità con la legge che disciplina le firme elettroniche e il commercio elettronico.

Sostituzione dei documenti di identità a causa del cambiamento dell'indirizzo della residenza permanente

Poiché sui documenti di identità si scrive il dato relativo all’indirizzo della residenza permanente, al cambio di indirizzo bisogna:

  • presentare la carta d'identità da distruggere all'autorità competente per il rilascio, entro 30 giorni dal cambio di indirizzo,
  • presentare il passaporto all'autorità competente, che registra il cambio di indirizzo, se questo non è più possibile, o se il cittadino ha già usufruito di questa opzione, da distruggere, entro e non oltre 30 giorni dal cambio di indirizzo.