Skip to content

Rapporti politici

Il principale incarico politico dell’Ambasciata è quello di intensificare e di approfondire le relazioni politiche bilaterali, oltre che la cooperazione nell’ambito dell’UE e di altre organizzazioni internazionali, di cui la Slovenia e l’Italia sono stati membri.

I rapporti fra i due/i nostri rispettivi Stati sono rapporti di buon vicinato, di partenariato e si espandono su diversi piani e a diversi livelli, come frutto di un’ottimo livello di cooperazione raggiunta da entrambi gli Stati in numerosi settori. Inoltre, essendo entrambi membri dell’UE e della NATO, si trovano concordi anche sulle questioni chiave dell’UE (allargamento, Balcani occidentali, futuro dell’UE).

L’ottima cooperazione si rispecchia nel regolare dialogo politico, fatto confermato nel 2008 anche dalle visite ufficiali del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, a Ljubljana e dal Presidente della Repubblica di Slovenia Dr. Danilo Türk, a Roma. Un importante contributo all’intensificazione del dialogo politico e della cooperazione nei vari settori di comune interesse è stato dato dalla prima riunione del Comitato di coordinamento dei ministri della Repubblica di Slovenia e della Repubblica Italiana, svoltasi l’8 settembre 2008 a Roma. La seconda riunione del Comitato di coordinamento si e’ tenuta il 9 novembre di quest’anno in Slovenia.

Le (nostre) rispettive minoranze rappresentano un importante elemento connettivo nei rapporti fra i due Stati.

Il rapporto della commissione storico-culturale italo-slovena

La Slovenia e l’Italia hanno predisposto la costituzione di una Commissione mista storico-culturale italo - slovena al fine di compiere una disamina completa e accurata di tutti gli aspetti rilevanti della storia che riguardano le relazioni politiche e culturali bilaterali. Affinché fosse fatta chiarezza sui problemi del passato e venissero creati i presupposti per i quanto più genuini rapporti nel futuro, i governi sloveno e quello italiano proposero che un gruppo di esperti dei due paesi tracciasse con attenzione ed obiettività il quadro storico degli avvenimenti lungo il confine sloveno-italiano.

Il rapporto analizza le relazioni sloveno-italiane tra gli anni 1880 e 1956. Il lavoro della Commissione si è protratto per sette anni per poter gli esperti raggiungere il consenso su argomenti sino allora contrastanti e tuttora delicati. Qui di seguito il rapporto unitario pubblicato, frutto del lavoro di ricerca pluriennale svolto dagli esperti italiani e sloveni.

Il rapporto della commissione storico-culturale italo-slovena